Ambienti sospetti di inquinamento o confinati – procedure operative di sicurezza

ARTICOLO del 08/11/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Introduzione
Nell'ultimo decennio, nonostante l’emanazione del Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro, il D.lgs. n.81/2008, e la sempre più pregnante attenzione alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, gli infortuni gravi e mortali nei cosiddetti ambienti sospetti di inquinamento o confinati sono saliti ...

Continua...

La resistenza al cambiamento come fattore di ostacolo alla cultura della sicurezza

ARTICOLO del 28/10/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

"Gli infortuni sul lavoro sono eventi che hanno un elevato costo sociale. Chi ne è vittima subisce lesioni che ne possono pregiudicare l’integrità fisica, la carriera. La sicurezza dell’impiego, il livello economico, la qualità della vita; così come molteplici ed onerose sono le perdite e i danni materiali ed ...

Continua...

Linee guida per la stesura di un piano di emergenza

ARTICOLO del 25/10/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

INTRODUZIONE Possiamo definire emergenza quella condizione critica che si manifesta in conseguenza del verificarsi di un evento (un incendio, un terremoto, il rilascio di sostanze chimiche o biologiche, un black out elettrico, un malore…) che determina una situazione potenzialmente pericolosa per la incolumità delle persone, di beni e/...

Continua...

Linee guida ANCIP (Associazione Nazionale Centri Iperbarici Privati) per la gestione di un centro iperbarico in ambito clinico relativamente ad alcuni requisiti per la salute e sicurezza del lavoro

ARTICOLO del 20/10/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

L’ambiente iperbarico clinico dopo l’incidente dell’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano è un luogo di cui di si è parlato e si parla molto, a volte con scarsa conoscenza di quanto successe in quel tragico evento e delle caratteristiche di questo ambiente particolare: chiuso, in pressione in cui l’ossigeno è ...

Continua...

Piano di emergenza nelle scuole

ARTICOLO del 25/07/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Introduzione
In base a quanto previsto dal D. Lgs. 81 del 2008 (art. 18 comma 1 lettere h e t) e dell’art. 5 del D.M. 10 marzo 1998 il Datore di lavoro è tenuto ad adottare, fra le misure generali di tutela dei lavoratori, le misure di emergenza da attuare in caso di ...

Continua...

Fabbricato adibito ad uffici...

ARTICOLO del 18/07/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Descrizione Attività
Il fabbricato presenta un’altezza antincendio pari a 29,40 mt ed un affollamento complessivo di 350 persone. L’edificio risulta realizzato su 8 piani fuori terra, di cui sette adibiti ad uffici ed aventi superficie unitaria pari a 335 mq lordi.

Continua...

Stabilimento per la lavorazione di materie plastiche

ARTICOLO del 05/07/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Descrizione Attività
L’accessibilità allo stabilimento è garantita da n.2 accessi carrai, con larghezza variabile dai 9 m agli 11 m. L’accostamento del complesso produttivo da parte di eventuali mezzi di soccorso, è garantito su almeno un lato dell’edificio. Il fabbricato presenta una superficie in pianta di 6.2850 mq ed ...

Continua...

Approfondimenti sull’abbigliamento ignifugo e di protezione dall’arco elettrico

ARTICOLO del 29/06/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

ABBIGLIAMENTO IGNIFUGO
Negli ultimi quarant’anni abbiamo assistito ad uno sviluppo tecnico-scientifico impressionante nel settore tessile antifiamma. In principio erano utilizzati dei trattamenti ignifughi (a base di composti di Cromo, Titanio) spalmati sui tessuti, principalmente su cotone. Tuttavia il cromo godeva di un grande svantaggio: accertata azione ...

Continua...

Adempimenti obbligatori in un Ente Locale per la corretta applicazione della normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro

ARTICOLO del 17/06/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

In tema di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, il Decreto legislativo del 9 aprile 2008, n. 81, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 108 del 30 aprile 2008, detto anche Testo Unico della sicurezza nei luoghi di lavoro, così come modificato dal D.lgs. n. 106 del 3 agosto 2009, ha introdotto nell’ordinamento giuridico italiano numerosi adempimenti ...

Continua...

Disabilità e sicurezza

ARTICOLO del 12/05/2016
Mario Abate - Primo Dirigente VVF

I datori di lavoro hanno l’obbligo di adeguare e organizzare il luogo di lavoro tenendo conto dei lavoratori disabili e di prevedere misure pratiche ed efficaci destinate ad adattare il luogo di lavoro in funzione della disabilità. Per quanto attiene, invece, l’aspetto della gestione dell’emergenza nei luoghi ...

Continua...

Tra il dire e il fare…Come Gestire un incendio in un Ospedale

ARTICOLO del 11/05/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Premessa
Il 29 gennaio 2011 le conseguenze di una combustione iniziata da una stampante resero inaccessibile un’area di oltre 1000 metri quadrati di ambulatori dell’ospedale di Conegliano. In assenza di danni alle persone, ogni superficie fu ricoperta di cenere e di fuliggine impedendo l’attività per alcune settimane. ...

Continua...

Piano di emergenza in caso di incendio negli Ospedali

ARTICOLO del 01/04/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Introduzione Il Piano di emergenza è uno degli strumenti più importanti di tutto il sistema della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro. Espressamente previsto dal Testo Unico sulla Sicurezza, il Decreto legislativo 81 del 2008, il piano di emergenza si struttura come un ottimo strumento di lotta ai rischi ...

Continua...

La Sicurezza in Ospedale: Valutazione e Gestione del Rischio

ARTICOLO del 23/03/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Introduzione L’ospedale non è solo un ambiente di lavoro, ma è anche, e soprattutto, una struttura a cui ogni cittadino si rivolge carico di aspettative relativo alla salute ed in cerca di rapporti interpersonali che gli consentano di capire, in uno stato di stress, un mondo organizzativo e gestionale ...

Continua...

Sistema di Gestione della Sicurezza nelle Strutture Sanitarie

ARTICOLO del 09/03/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Introduzione Sulla Gazzetta Ufficiale n.70 del 25-3-2015 è stato pubblicato il D.M. del 19 Marzo 2015 , relativo all’aggiornamento della Regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l’esercizio delle strutture sanitarie pubbliche e private. Novità di rilievo è l’introduzione del Sistema di Gestione

Continua...

Informazione, formazione e addestramento nella scuola

ARTICOLO del 09/02/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Introduzione
Le attività di addestramento, l’informazione e la formazione devono essere viste dalle scuole come un investimento e non solo un impegno. Per perseguire una concreta sicurezza, la cooperazione e il coinvolgimento di tutti i soggetti dell’istituto costituiscono elementi fondamentali: è necessario adottare una politica partecipativa ...

Continua...

Il documento di valutazione dei rischi negli ambienti scolastici

ARTICOLO del 27/01/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

INTRODUZIONE
Il D. Lgs 9 aprile 2008 n. 81, e successive modifiche ed integrazioni, ridisegna la materia della salute e della sicurezza sul lavoro le cui regole, contenute in una lunga serie di disposizioni succedutesi nell’arco di quasi sessanta anni, sono state rivisitate e collocate i un’ottica di ...

Continua...

Gestione delle emergenze in ambito scolastico

ARTICOLO del 27/01/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Piano d’emergenza
Il Piano d’emergenza è l’insieme delle misure straordinarie, delle procedure e delle azioni necessarie per fronteggiare e ridurre i danni derivanti da eventi anche particolarmente gravi ma a bassa probabilità di accadimento e comunque non completamente evitabili con interventi preventivi...

Continua...

Gestione delle problematiche strutturali degli edifici scolastici, con particolare riferimento alla capienza delle aule

ARTICOLO del 20/01/2016
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Introduzione Il tema della sicurezza nelle scuole è un problema di grande importanza da affrontare non solo in fase di progettazione e realizzazione delle opere, ma quotidianamente in termini gestionali, ponendo la dovuta attenzione alla modalità di utilizzo dei locali e alla tipologia di utenza. Sempre più, infatti, l’...

Continua...

Sicurezza impianti per la produzione calore alimentati a biocombustibili solidi

ARTICOLO del 15/12/2015
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Introduzione L'Unione europea (UE) deve affrontare delle problematiche energetiche reali sia sotto il profilo della sostenibilità e delle emissioni dei gas serra che dal punto di vista della sicurezza dell'approvvigionamento e della dipendenza dalle importazioni, senza dimenticare la competitività e la realizzazione effettiva del mercato interno dell'energia. La ...

Continua...

I Casinò Italiani e la normativa antincendio per la loro messa in sicurezza

ARTICOLO del 13/11/2015
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Introduzione Prendendo in esame il percorso dei casinò italiani si può constatare che dalla loro nascita la legislazione in materia non è mai stata esaustiva se non addirittura mancante. Solo in epoca relativamente recente questi sono stati equiparati ai locali di pubblico spettacolo e quindi sottoposti alle relative norme di sicurezza ...

Continua...

Elaborazione di una procedura per la gestione delle modifiche in una attività a rischio di incidente rilevante

ARTICOLO del 06/11/2015
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

L’analisi preliminare come condivisione L’allegato B del D.Lgs. 105 del 26 Giugno 2015 – “Linee guida per l’attuazione del Sistema di Gestione della Sicurezza per la prevenzione degli incidenti rilevanti” fornisce le indicazioni al gestore per lo sviluppo dei parametri essenziali di un sistema di gestione della sicurezza per la ...

Continua...

Sicurezza equivalente nelle attività di messa a norma degli edifici storici soggetti a vincolo storico paesaggistico

ARTICOLO del 12/10/2015
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Nella prevenzione incendi, cosi come per la sicurezza in senso più generale, la normativa impone un’eliminazione del rischio alla fonte, o qualora ciò non sia possibile, un suo contenimento e riduzione secondo criteri normativi. Troppo spesso però la norma risulta inapplicabile in edifici esistenti, specie se si tratta di ...

Continua...

Gestione delle modifiche dei processi industriali, tra incidenti rilevanti, norme in materia ambientale e Sicurezza sul Lavoro

ARTICOLO del 12/10/2015
Giuseppe Costa - Primo Dirigente VVF

Le aziende soggette alla “Direttiva Seveso” Direttiva 2012/18/UE, recepita in Italia con Decreto Legislativo 26 Giugno 2015, n° 105, sono le più svariate: dal petrolchimico di Marghera, ai grandi produttori di prodotti chimici, ai depositi di gas…..; tutte le aziende citate nell’art.3 del D.Lgs. 105/2015, che rimanda all’Allegato 1 dello stesso decreto ...

Continua...

Rinnovo tardivo e verifica delle strutture

QUESITO del 24/07/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Mi trovo di fronte ad un caso in cui un'autorimessa suddivisa in box auto soggetta al controllo dei vigili del fuoco secondo quanto prescritto dal DPR 151/2011, allegato I, punto 75 cat. B, ha il certificato di prevenzione incendi scaduto dal 2003, desidererei cortesemente sapere quanto segue: 1) devo procedere direttamente con la SCIA ...

Continua...

Affido di reparto nell'attività commerciale

QUESITO del 22/07/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Settore commerciale - DM Luglio 2010. Un’attività di rivendita di elettrodomestici, esistente e in possesso di proprio certificato di prevenzione incendi, decide di ridurre la superficie di vendita e locare, in affido di reparto, la parte che estrapolerà. L'affido di reparto è gestito commercialmente, tramite un ingresso unico all'immobile di riferimento, ...

Continua...

Superficie lorda

QUESITO del 20/07/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Volevo chiedere lumi circa l'applicazione della prevenzione incendi su un capannone in cui una parte è adibita a magazzino con più di 5000 kg di materiale infiammabile stoccato, e un'altra parte (la più cospicua) è a uso ufficio personale, locali tecnici e spogliatoi per i dipendenti. Il capannone ha, globalmente più di 1000 mq, ...

Continua...

Uscita nell'atrio dell'albergo

QUESITO del 17/07/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Il punto 20.4.3 del DM 09.04.94 modificato dal DM 6 ottobre 2003 prevede che nel caso in cui le scale degli alberghi esistenti, alla data di entrata in vigore del DM 09.04.94, immettano nell’atrio di ingresso, quest’ultimo costituendo parte del percorso di esodo occorre rispettare le seguenti disposizioni: − i materiali installati nell’atrio ...

Continua...

Soluzione cautelativa

QUESITO del 15/07/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Riporto testualmente il punto 4.3.3 “Larghezza delle vie di uscita” del D.M. 19.08.1996 riguardante la regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio dei locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo. “La larghezza di ogni singola via di uscita deve essere multipla del modulo di uscita (0,6 m) e ...

Continua...

Reazione al fuoco delle lenzuola

QUESITO del 13/07/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
La nostra ditta effettua forniture di biancheria ad alberghi, pensioni, villaggi turistici ecc.. Vorremmo un chiarimento per conoscere se la biancheria usata per vestire i letti, per i tavoli dei ristoranti e per i bagni devono essere accompagnate da una certificazione attestante che detta biancheria è ignifuga. In particolare le nostre ...

Continua...

Rampa aperta

QUESITO del 10/07/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Dovendo predisporre il progetto per un’autorimessa a servizio di un centro commerciale disposta su 3 livelli interrati ognuno dei quali costituisce un compartimento antincendi, mi è sorto un dubbio interpretativo del D.M. 1 febbraio 1986 che passo ad esporre. Il decreto consente al punto 3.7.2 che diversi compartimenti anche realizzati su più piani ...

Continua...

Spazio scoperto in albergo

QUESITO del 08/07/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Sono un tecnico incaricato di predisporre la progettazione antincendio per un albergo di 42 posti letto, già esistente, ai fini dell’ottenimento del certificato di prevenzione incendi. In particolare mi piacerebbe conoscere la vostra opinione in merito ad una specifica soluzione progettuale che caratterizza la struttura. Si tratta del quarto ed ...

Continua...

Gruppi frigoriferi in terrazza

QUESITO del 06/07/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Con la presente sono a chiedervi il seguente chiarimento: il punto 8.2.2.1, secondo capoverso, del Decreto 9 aprile 1994, relativo alla Regola Tecnica di prevenzione incendi per strutture alberghiere, richiede che, negli impianti di climatizzazione centralizzati, i gruppi refrigeratori debbano essere installati entro ".. appositi locali, realizzati con strutture di separazione di caratteristiche di ...

Continua...

Scale nell'impianto sportivo

QUESITO del 03/07/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Il D.M. 18/03/96 “Norme di sicurezza per la costruzione e l’esercizio degli impianti sportivi” prescrive, all’ultimo comma dell’art. 8, che “Il sistema di vie d'uscita e le uscite della zona di attività sportiva devono avere caratteristiche analoghe a quelle della zona riservata agli spettatori”. Ciò premesso, considerato che ...

Continua...

Accessibilità all'edificio condominiale

QUESITO del 26/06/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Il DM 15/05/1987 n. 246 in materia di sicurezza antincendio per gli edifici di civile abitazione, al punto 2.2.0 (accesso all'area), stabilisce alcune caratteristiche che le stesse devono avere, tra cui il raggio di volta pari a 13,00 m. Nel caso di un fabbricato per civile abitazione assoggettato al suddetto DM, con area pertinenziale ...

Continua...

Palazzina uffici nel recinto aziendale

QUESITO del 25/06/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Una palazzina uffici, in edificio isolato, a due piani fuori terra e con affollamento massimo pari a circa 50 persone è a servizio esclusivo di una attività di deposito di una industria ceramica. Chiedevo se il riferimento legislativo applicabile fosse il DM 22/02/2006 oppure, tenendo conto di quanto riportato nel DM stesso all'art. 1 ...

Continua...

Contatore gas in androne aerato

QUESITO del 24/06/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Il quesito riguarda la posizione di contatori gas metano in un "androne" condominiale utilizzato come spazio di manovra per accesso verso sei box chiusi prospicenti. La zona di manovra è: - primo lato lungo: completamente aperta (solo la nicchia contatori); - secondo lato lungo: accesso ai box; - primo lato corto: ...

Continua...

Quadro elettrico e filtro nella scuola

QUESITO del 22/06/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Istituto scolastico di tipo 5 in fase di adeguamento alle norme di prevenzione incendi. Quesito n. 1: sono ammessi filtri a prova di fumo con finestre apribili sia manualmente sia mediante congegni meccanici attivati dalla rivelazione incendi e/o fumo, nonostante che la definizione di filtro a prova di fumo preveda "aerazione ...

Continua...

Norme antincendio per l'officina meccanica

QUESITO del 19/06/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Sono a richiedere una cortese risposta riguardo a un quesito in merito alla normativa tecnica di riferimento per un'officina di riparazione autoveicoli con superfice lorda di 1000 metri quadrati. Nello specifico mi chiedo se tale attività rientri effettivamente nel campo di applicazione del DM 01.02.1986 non essendo specificatamente un'autorimessa.

Continua...

Titolo III del DM 09.04.1994

QUESITO del 18/06/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Quesito sulle strutture ricettive. Al fine della valutazione del numero di posti letto (ai fini DPR 151/2011 e DM 09/04/1994), camere (o appartamenti per ferire, casa vacanze, ecc.) poste nello stesso edificio ad uso ricettivo ma con accessi indipendenti dall'esterno, come si valutano? Ad esempio ho 20 posti letto all'interno del fabbricato con ...

Continua...

Autorimessa adiacente alla scuola

QUESITO del 17/06/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
In una autorimessa con 60 autoveicoli interrata, attesa la presenza, in alcuni locali di piano terra sovrastanti l’autorimessa, di scuole materne, identificate al punto “67” ai sensi del DPR 1 agosto 2011 n. 151, le strutture di separazione dell’autorimessa, in corrispondenza delle suindicate attività, in ossequio al disposto del “Punto 3.4.1”, saranno realizzate di “...

Continua...

Centro commerciale con sprinkler

QUESITO del 15/06/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Attività commerciali di cui al DM 27 luglio 2010. Quesito sui limiti oltre ai quali scatta l’obbligatorietà di realizzazione dell’impianto automatico di spegnimento. Chiedo cortesemente un chiarimento in merito a quanto riportato nel titolo. Nel caso specifico, mi riferisco ad un supermercato di nuova realizzazione, che sarà costituito da un ...

Continua...

Azienda che riprende l'attività dopo 20 anni

QUESITO del 12/06/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Sono un professionista di Milano e ho questo quesito da sottoporre. Un'azienda di circa 5.000 mq è rimasta ferma per più di 20 anni; oggi decide di riprendere le attività e intende ripristinare tutti gli impianti; vi è anche un impianto sprinkler completo (valvole di sezionamento, valvole diluvio, campane, testine, sala pompe ecc.); non ...

Continua...

Scuola e attività commerciale nello stesso edificio

QUESITO del 10/06/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Un negozio di 550 mq rientrante nell'attività 69 del DPR n. 151/2011 è adiacente per due lati ad un'attività soggetta (deposito) provvisto di certificato di prevenzione incendi e sottostante ad una scuola. Com’è possibile che l'attività commerciale si trovi nello stesso edificio della scuola? La normativa prima lo permetteva? Esiste una deroga alla normativa ...

Continua...

Rivelazione fumi delle strutture sanitarie

QUESITO del 08/06/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Con riferimento alla nuova regola tecnica di prevenzione incendi per le strutture sanitarie (DM 19.03.2015) e in particolare al punto 28 del Titolo IV "impianti di rilevazione, segnalazione e allarme" per le strutture ambulatoriali fino a 1000 mq, cosa si intende per "..nei locali ubicati oltre il 1 piano interrato, deve essere prevista l'installazione ...

Continua...

Aerazione caldaia a GPL

QUESITO del 05/06/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
DM 12.04.1996 - Aerazione per locali contenenti impianti termici alimentati a GPL. Nelle disposizioni comuni del titolo IV, al punto 4.1.2.1, si dice che almeno i 2/3 dell'aerazione devono essere realizzati a filo pavimento; il calcolo della superfici complessiva da realizzare è al punto 4.1.2. (sempre disposizioni comuni). Se, ad esempio, ho una centrale termica (...

Continua...

Comunicazioni fra due scuole

QUESITO del 03/06/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Pongo un quesito su attività scolastiche 67 A, B, C. Abbiamo alcuni casi in cui nello stesso edificio scolastico sono presenti due attività scolastiche distinte dotate di ingressi indipendenti e percorsi di esodo indipendenti; è necessario prevedere una compartimentazione REI 120 e eventuali filtri antifumo a separazione tra le due attività?

Continua...

Porte tagliafuoco sulle vie di esodo

QUESITO del 01/06/2015
Matteo Negretti - Vice Presidente Associazione M.A.I.A. - Manutentori Assemblatori Installatori Associati per l'antincendio

Domanda
Le ante di una porta tagliafuoco a doppio battente , ognuno dotato di maniglione anti panico, devono essere indipendenti fra loro in fase di apertura? La loro installazione è prevista in una scuola ad alto rischio (oltre 1.000 presenze) in sostituzione delle porte tagliafuoco esistenti datate di qualche anno e dichiarate non a ...

Continua...

La norma che prescrive il buon senso

QUESITO del 29/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Accesso a centrale termica condominiale di potenzialità superiore a 116 kW. In qualità di tecnico 818 sono stato chiamato da un condominio a verificare la regolarità dell'accesso a una centrale termica ubicata in un locale dedicato a servizio di uno stabile del centro storico di Bologna. La centrale termica ha una scala ...

Continua...

Centro fitness

QUESITO del 27/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Ho un dubbio circa l'assoggettabilità o meno dei centri benessere e fitness all'allegato I del DPR 151/2011 e più precisamente se rientrano nell'attività 65; non ho trovato nessuna circolare esplicativa in merito. Nello specifico, ho il caso (credo piuttosto comune) di un centro benessere che ha una ampia area destinata a palestra/...

Continua...

Muro comune resistente al fuoco

QUESITO del 25/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Un negozio di 550 mq rientrante nell'attività 69 del DPR n. 151/2011 è adiacente per due lati ad un'attività soggetta (deposito) provvisto di certificato di prevenzione incendi e sottostante ad una scuola. Secondo la regola tecnica per un negozio del genere (per altezza e carico d'incendio) sarebbe sufficiente una separazione REI 60, ma un collega ...

Continua...

Cabina elettrica in autorimessa

QUESITO del 22/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
All'inizio della corsia di manovra coperta di un'autorimessa suddivisa in box auto con superficie in pianta di mq. 1.300 (categoria A del DPR 151/2011) è stata realizzata una cabina ENEL da 15.000 V; dobbiamo eseguire i lavori di adeguamento alle norme di prevenzione incendi secondo quanto prescritto dal DM 1° febbraio 1986, come dobbiamo comportarci nei ...

Continua...

Adozione delle misure di emergenza

QUESITO del 21/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Piano emergenza antincendio. Il mio quesito riguarda principalmente la redazione del piano emergenza antincendio e la formazione degli addetti antincendio. Una qualsiasi attività che sia un officina/carrozzeria necessità obbligatoriamente della redazione di un piano emergenza e l'obbligo dei lavoratori a frequentare un corso di prevenzione incendi pur avendo due ...

Continua...

Deposito in autorimessa

QUESITO del 20/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Devo presentare una SCIA con asseverazione per un'autorimessa esistente suddivisa in 20 box auto posta al primo piano interrato; è stata adeguata alle norme dettate dal DM 1° Febbraio 1986, pertanto potrei procedere alla consegna della documentazione al Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, ma mi è sorto un dubbio: i box auto sono adibiti ...

Continua...

Tolleranze non applicabili per l'assoggettabilità

QUESITO del 19/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Si conferma che la tolleranza del 2% prevista dal punto 5 dell’Allegato A del DM 30.11.1983 e ss.mm.ii. per le misure lineari oltre 2,40 m si applica anche alla misura della ”altezza ai fini antincendi degli edifici civili” come definita al punto 1.1 del medesimo allegato? In caso positivo, si conferma che ...

Continua...

Acronimo EVAC

QUESITO del 18/05/2015
Dario Nolli - Membro UNI – Esperto sistemi rivelazione automatica d’incendio

Domanda
Impianto acustico realizzato mediante altoparlanti con caratteristiche idonee ad avvertire le persone presenti delle condizioni di pericolo in caso d’incendio denominato EVAC. (DM 19.08.1966) installato in attività 65 del DPR 151/11 soggetta al controllo prevenzione incendi (locale di pubblico spettacolo). L’impianto è attivato manualmente dal personale addetto all’emergenza o dai vigili ...

Continua...

Deposito per uffici

QUESITO del 14/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Un archivio cartaceo avente superficie inferiore a 50 mq (punto 8.3.2 del DM 22.02.06), inserito all'interno di un blocco uffici di nuova realizzazione non soggetto ai controlli, ma con più di 25 presenze, può essere realizzato con condizioni diverse da quelle previste punto 8.3.2 del DM 22.02.06 ? Nella fattispecie, anziché fissare la classe 60 di resistenza al ...

Continua...

Locale di pubblico spettacolo

QUESITO del 13/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Un locale con ristorazione e organizzazione eventi con superficie inferiore ai 200 mq destinata a cucina e sale, con capienza dichiarata inferiore alle 100 persone rientra nell'attività 65? La zona esterna, completamente a cielo libero, in cui non sono presenti strutture, ma solo piazzali con superficie superiore a 200 mq e capienza dichiarata di 300 ...

Continua...

Rivendita di GPL

QUESITO del 11/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Vorrei sapere se nel caso di un piccolo negozio di generi alimentari nel quale è prevista anche la rivendita di bombole di GPL (ubicate nel vicino deposito ), ai sensi del DPR 151/2011 si configurano sia l'attività di rivendita (n. 3.6/B) che quella di deposito (es: 3.7.B ); Vorrei sapere inoltre in quali casi ...

Continua...

Caldaia in copertura

QUESITO del 09/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
In un condominio, fabbricato con altezza antincendio superiore a 24 metri, s’intende istallare la centrale termica dell'impianto di riscaldamento, caldaia 400 KW, sul lastrico solare; è necessario che l'ubicazione della centrale termica sia raggiungibile da autoscala dei VVF ?

Continua...

Aerazione della centrale termica

QUESITO del 08/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Devo redigere SCIA antincendio per attività centrale termica posta in locale interno alla volumetria dell'edificio e sottostante ad ambienti con affollamento superiore a 0,4 persone/mq. Il dubbio che mi sorge è relativo all'art. 4.2.3 del D.M. 12.04.1996 e nello specifico quando si dice che l'aerazione "deve estendersi lungo almeno il 70% della parete ...

Continua...

Esodo attraverso la griglia

QUESITO del 06/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Un condominio ha, al primo piano interrato, una autorimessa suddivisa in box avente capienza di 37 autovetture. Per la geometria dell'edificio, il percorso dell'unica via di esodo (corsia di accesso) è superiore a 40 metri. Al fine di ricondurre la lunghezza delle vie di esodo a quella richiesta dalla normativa, sarebbe nostra intenzione ...

Continua...

Bitume in autorimessa

QUESITO del 05/05/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Dopo la presentazione di una istanza di deroga per autorimessa privata, che ha ottenuto il parere favorevole, lo scrivente ha effettuato il capitolato e l’elenco delle opere per procedere alla realizzazione di quanto utile e necessario ad adeguare l’immobile. L’Amministratore dell’autorimessa riferisce che alcuni condomini hanno ...

Continua...

Meglio tardi che mai

QUESITO del 30/04/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Si richiede se per una struttura sanitaria con più di 25 posti letto esistente al 1994 di cui è stato rilasciato dai VVF esame progetto nel 1995 con prescrizioni; a seguito dei lavori è stato richiesto un parere di conformità in variante ottenendo nel 2002 esisto favorevole da parte dei VVF; nel 2003 la struttura sanitaria ha ...

Continua...

Luogo di lavoro

QUESITO del 29/04/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Condominio senza personale alle proprie dipendenze, costituito dalle parti comuni di un grosso centro commerciale. L'attività appare palesemente compresa nella casistica contemplata dall'art. 6 del DPR 151/2011, che presuppone la non applicabilità del D.Lgs. 81/2008. E' possibile che vengano comunque richiesti adempimenti ulteriori che riguardano il D.Lgs. 81/2008 (piano di emergenza, squadre ...

Continua...

Altezza antincendio

QUESITO del 28/04/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Buongiorno volevo un chiarimento sulla corretta interpretazione della definizione di altezza dei locali per la determinazione della classe di resistenza al fuoco delle strutture nelle attività commerciali (punto 3.1 del D.M. 27 luglio 2010). Non è del tutto chiaro se l'altezza è riferita alla sola attività commerciale o è riferita all'altezza dell'edificio. Faccio un esempio ...

Continua...

Apertura d'aerazione in emergenza

QUESITO del 27/04/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Desidero sapere se negli edifici ad uso civile abitazione soggetti al controllo VVF l'aerazione in sommità del corpo scala deve essere necessariamente di tipo permanente oppure è ammesso anche un serramento con apertura manuale (cerniera o vasistas).

Continua...

Capacità di deflusso per la scala dell'albergo

QUESITO del 24/04/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Attività alberghiera esistente caratterizzata da • 54 posti letto; • 4 piani fuori terra (piano terra più 3 piani destinati alle camere oltre al tetto a terrazza sul quale ubicare i macchinari degli impianti tecnologici); • disponibilità di un'unica scala di larghezza massima cm. 100 La proprietà si attiva per adeguare l'attività sia dal punto di vista ...

Continua...

Depositi separati dello stesso titolare

QUESITO del 22/04/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Due locali adibiti a deposito, ciascuno con superficie minore di 1000 mq, separati tra loro da una struttura resistente al fuoco con caratteristiche adeguate al carico d'incendio più elevato, entrambi nella responsabilità del medesimo soggetto, qualora la somma delle due superfici sia maggiore di 1000 mq rientrano nell'attività n. 70 di cui al ...

Continua...

Filtri a prova di fumo per ascensori

QUESITO del 20/04/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Dovendo progettare dei filtri per ascensori mi chiedo innanzitutto se sono necessari e se si mi occorre sapere quale è la normativa di riferimento; l'altezza dell'edificio è compresa tra i 24 e i 32 m, gli ascensori sono due ed affiancati.

Continua...

Chi approva la variante al progetto in deroga

QUESITO del 17/04/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Si chiede di conoscere se un progetto di prevenzione incendi approvato con la procedura di deroga di cui all’art. 7 del DPR 151/2011, a seguito di ulteriori successive modifiche, debba sempre essere comunque approvato in deroga dalla Direzione regionale VVF o se possa esprimersi (e quindi approvare la successiva variante) il ...

Continua...

Due uscite per i VVF

QUESITO del 15/04/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
In qualità di progettista e direttore dei lavori di adeguamento di attività rientrante al n. 74 dell’elenco allegato al DPR 151/2011 e regolata dal D.M. 12.04.1996, chiedo chiarimenti relativamente a quanto di seguito specificato. A seguito degli interventi di adeguamento proposti nell’ambito della richiesta di parere di conformità antincendio (derivanti ...

Continua...

Ascensore del condominio fuori norma

QUESITO del 13/04/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Desidero chiedere se ed in quali casi l’amministratore di un condominio è responsabile della realizzazione delle norme di sicurezza all’interno di un condominio da lui amministrato. Ad esempio, se è a conoscenza che l’ascensore condominiale non è a norma, quali sono i suoi obblighi? Deve segnalarlo alle autorità competenti? Quale è ...

Continua...

Valutazione del livello di rischio

QUESITO del 08/04/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Il punto 9.3, lettera b), del D.M. 10 marzo 1998 riporta, a titolo esemplificativo, tra le attività a rischio di incendio medio “i cantieri temporanei e mobili ove si detengono ed impiegano sostanze infiammabili e si fa uso di fiamme libere, esclusi quelli interamente all’aperto”. D’altra parte al punto 1.4.1.1 dello ...

Continua...

Manifestazione nei locali parrocchiali

QUESITO del 06/04/2015
A cura del servizio di informazione tecnica FTA

Domanda
Desideriamo svolgere una manifestazione canora all’interno dei locali parrocchiali. Si prevede una partecipazione di circa 500 persone di pubblico esterno. Chiediamo quindi se questa manifestazione all’interno della chiesa deve ottenere il certificato di prevenzione incendi dai vigili del fuoco. Quali sono inoltre e norme di riferimento per la sicurezza ...

Continua...

La palestra dell’albergo

QUESITO del 01/04/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Desidero sapere se una palestra-fitness di circa 150 mq. a servizio di un albergo e pertanto utilizzata solo dagli utenti dell'albergo stesso, con numero massimo di persone non superiore a 30, è assoggettata al rispetto dell' art. 20 del D.M. 18/03/1996 con particolare riferimento al numero delle uscite di sicurezza il cui D.M. 18/03/1996 ...

Continua...

Veicoli in doppia fila nell’autorimessa

QUESITO del 30/03/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Chiedo se è corretto che alcuni veicoli in una autorimessa siano parcheggiati in doppia fila ossia che non tutti gli automezzi abbiano accesso diretto dalla corsia di manovra, cosicché per l’uscita di un veicolo diviene necessario lo spostamento di quello retrostante. Ho letto con attenzione il Decreto del Ministero dell’...

Continua...

Proroga per le scuole

QUESITO del 27/03/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Vorrei sapere a che punto siamo con gli adeguamenti degli edifici scolastici. Sono ancora in proroga per la prevenzione incendi o la proroga e scaduta e sono tutti fuori norma?

Continua...

Altezza antincendio

QUESITO del 25/03/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Devo riscontrare la situazione che si è verificata durante il collaudo di un ascensore installato in un edificio di civile abitazione. Specificamente mi è necessario conoscere l'esatta applicazione della definizione di "altezza antincendi" dell'allegato A punto 1.1 del D.M. del 30/11/1983 al fine di fare applicare le prescrizioni previste per il vano ascensori. ...

Continua...

Gruppi termici nella chiostrina

QUESITO del 23/03/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Sto progettando il completamento dell'impianto termico al servizio di un palazzo di proprietà comunale articolato su tre livelli che verrà destinato ad attività diverse (sale riunioni, esposizioni, uffici, camere per ospiti dell'amministrazione comunale) delle quali nessuna supera i limiti richiesti per la SCIA antincendio. I lavori di ristrutturazione sono proceduti ...

Continua...

La parete esterna del locale caldaia

QUESITO del 20/03/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Faccio riferimento all’interpretazione del punto 4.1.1, lettera b), relativo all’attestazione della parete esterna del locali centrale termica a gas. Il D.M. 12.04.1996 chiede che almeno una parete di lunghezza non inferiore al 15% del perimetro risulti confinante con spazio scoperto o strada pubblica o privata scoperta. Alcuni interpretano che la ...

Continua...

La cucina in discoteca

QUESITO del 18/03/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Il punto 12.3.1 del D.M. 19 agosto 1996, che rappresenta la regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione ed esercizio dei locali di intrattenimento e di pubblico spettacolo, stabilisce che “gli impianti di produzione di calore funzionanti a combustibile solido, liquido e gassoso dovranno essere realizzati nel rispetto delle specifiche ...

Continua...

Informazione antincendio

QUESITO del 16/03/2015
A cura del servizio di informazione tecnica FTA

Domanda
Quali sono gli obblighi del datore di lavoro in materia d’informazione antincendio? In che cosa consiste esattamente? Quando deve svolgersi?

Continua...

Proroga per gli alberghi

QUESITO del 13/03/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Nuova proroga alberghi. Quali sono esattamente i riferimenti normativi dell’ultima proroga per gli alberghi?

Continua...

Piano straordinario non rispettato

QUESITO del 11/03/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Una attività ricettiva ha presentato un progetto per una casa di accoglienza esistente con oltre 25 posti letto, assimilabile ad un albergo; il progetto è trattato come struttura esistente, con previsione di adeguamento al Titolo II parte seconda del DM 09.04.1994. La struttura non ha il certificato e non è stata ammessa, perché non ...

Continua...

Proroga per l'ambulatorio medico del 1990

QUESITO del 09/03/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Gestisco un ambulatorio medico di circa 1500 mq esistente dal 1990. Attualmente questa attività è ricompresa al punto 68 del DPR 151/2011. Entro quando occorre produrre gli adempimenti obbligatori di prevenzione incendi? Vi è stata una proroga recente dei termini previsti in origine dal DPR 151?

Continua...

Sgancio generale elettrico

QUESITO del 06/03/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
L'ufficio tecnico della banca (omissis), formula il seguente quesito: il pulsante di sgancio della rete ai locali delle filiali della banca è obbligatorio installarlo per tutte le superfici, oppure ci sono delle limitazioni? Dove va installato, internamente o esternamente ai locali?

Continua...

Scuola con chiostro per pubblico spettacolo

QUESITO del 04/03/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Pongo alcuni quesiti inerenti la gestione della sicurezza antincendio di un istituto di scuola musicale. L'edificio accoglie non solo l'attività didattica, ma al suo interno dispone di auditorium aperto al pubblico utilizzato nel periodo invernale e un chiostro all'aperto per le manifestazioni estive. L'utilizzo di dette sale non avviene mai ...

Continua...

Il generatore termico in palestra

QUESITO del 02/03/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Un generatore termico a gas metano della potenzialità di 70 kW è a servizio di un locale adibito a palestra di 400 mq dove l’affollamento non supera mai le 50-60 persone. Vorremmo chiedere se è da ritenersi necessaria la installazione di serranda tagliafuoco sulla condotta di mandata e, come qualcuno ha indicato, anche ...

Continua...

Le scadenze per le contravvenzioni

QUESITO del 27/02/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
Vorrei sapere quali sono i termini entro cui deve essere fatta la notifica della sanzione amministrativa pecuniaria. I fatti sono questi. In seguito ad ispezione DEL Comando VVF sono state contestate alcune irregolarità (contravvenzioni) diffidandoci a provvedere nel termine di dieci giorni. Nella stessa comunicazione venivamo avvertiti di dover poi ...

Continua...

Impianti termici

QUESITO del 25/02/2015
Mario Abate - UIL PA Vigili del Fuoco

Domanda
L'attività di cui al punto 74 del DPR 151/2011 si riferisce agli impianti per la produzione del calore alimentati a combustibile solido, liquido o gassoso con potenzialità superiore a 116 kW. In merito sorgono alcuni dubbi interpretativi: Il limite di 116 kW si riferisce alla somma delle potenzialità al focolare dei vari generatori di ...

Continua...

Documenti (1254)

Articoli (147)
Quesiti (818)
Quesiti Ministeriali (158)
Circolari Ministeriali (8)
Note Ministeriali (59)
Lettere Circolari Ministeriali (62)

User Account

Password dimenticata? Clicca qui

Iscrizione Gratuita

Iscriviti ora »

© Copyright 2019 FTA Foglio Tecnico di Aggiornamento Antincendio.